Comicoterapia

Ormai da tempo la figura del Clown è uscita dal circo e dal teatro per favorire l’umanizzazione dei processi di cura e riabilitazione. Portare la risata e le emozioni positive nei contesti sociosanitari aiuta ad accendere la scintilla vitale: nel mutare le emozioni negative in senso positivo si compie un’operazione importante in senso terapeutico a sostegno del bambino e della persona in difficoltà, fornendo alla persona strumenti per attivare le proprie risorse positive.

La clown terapia, attraverso l’intervento dei Clown Dottori opera questa trasformazione in contesti ospedalieri (non solo pediatrici), in centri per la diversabilità, in centri per la terza età, in contesti sociali difficili (carceri, quartieri a rischio), nelle scuole e in missioni umanitarie, portando il suo aiuto anche nel campo della formazione (affiancando insegnanti, operatori sociosanitari, personale d’azienda). L’applicazione della clownerie in ambito sociosanitario è una combinazione di diverse discipline dello spettacolo: abilità teatrali, abilità degli artisti di strada, arti circensi e competenze specifiche uniche per l’ospedale.  I clown dottori operano principalmente in coppia, possibilmente maschio e femmina. Questo permette la realizzazione di gag basate sul meccanismo Augusto/Bianco nonché di operare su più fronti (bambino/mamma, genitore o altro parente, comunità) e la possibilità di sostenersi vicendevolmente nei più diversi momenti.

Data la vastità e l’importanza di queste funzioni, si è avvertita negli ultimi anni l’esigenza di fare chiarezza sul ruolo, le competenze, le modalità di intervento, le metodologie formative dei “nasi rossi” come agenti di servizio per la persona.

 

FEDERAZIONE NAZIONALE CLOWN DOTTORI
Via Rovescio, 2185 - 47023 Bagnile di Cesena (FC)
Email: info@fnc-italia.org
Tel: 346 58 18 994

C.fisc: 97402790584

SEGUICI

Facebook sociallogo.png sociallogo.png